cropped-Riccardo-Girardi-Foto-Ritratto-2.jpg

10 Consigli per mettere in Sicurezza il tuo Account WhatsApp

Con oltre due miliardi di utenti nel mondo, WhatsApp è fisiologico terreno di caccia per hacker, truffatori e altri soggetti “sgradevoli” sono sempre dietro l’angolo per carpire i tuoi dati ed entrare illegalmente nel tuo dispositivo.

Se utilizzi WhatsApp a livello Business, chiaramente, la faccenda si fa ancora più seria.

Proprio per questo motivo ecco una lista di dieci consigli per rendere il tuo account WhatsApp a prova di scasso (o almeno per rendere il lavoro degli hacker un po’ più complicato…)

1 – Rivedi le tue impostazioni sulla Privacy

Sembra banale, ma è la prima cosa da fare quando si vogliono mettere in sicurezza i propri dati. 

Proteggere il tuo account WhatsApp può essere fatto principalmente tramite l’opzione Impostazioni > Account > Privacy. Qui puoi mettere al sicuro i “dati sensibili” che non vuoi vengano condivisi con terze parti: dettagli, profilo, stato, messaggistica e visibilità del tuo account.

2 – Potenzia il controllo sulla Crittografia end-to-end

WhatsApp protegge i propri utenti crittografando di default tutti i messaggi inviati da un dispositivo all’altro.

Ciò significa che i tuoi dati NON possono essere intercettati e letti da qualcun’altro.

Tuttavia, puoi scegliere di visualizzare le notifiche di sicurezza se l’impostazione di sicurezza di un contatto è stata modificata.

Anche questo puoi trovarlo in Impostazioni > Account > Sicurezza > Mostra notifiche di sicurezza.

3 – Aggiungi l’Autenticazione in due passaggi

Per una maggiore sicurezza puoi optare per l’autenticazione in due passaggi, che richiede un PIN quando si registra il numero di telefono con WhatsApp. Questo è un dovere assoluto per coloro che usano regolarmente l’app anche per il proprio business.

Ogni volta che sposterai il tuo account su un altro dispositivo potrai accedere con un PIN personale che solo tu possiedi.

Puoi attivarlo in Impostazioni > Account > Verifica in due passaggi > Attiva

4 – Conosci il Phishing e presta attenzione quando ricevi messaggi sospetti

WhatsApp, quando ricevi messaggi da sconosciuti, si premura di ricordarti “attenzione, stai ricevendo un messaggio da un numero non presente nella tua rubrica contatti, cosa vuoi fare? Blocca, segnala, salva…). Questo passaggio deve farci “drizzare” le antenne, per capire immediatamente se si tratta di un amico che ha cambiato numero o di… altro.

I phishing più evoluti ed intelligenti possono fare in modo che una vittima aggiunga un contatto, che a quel punto può inviargli messaggi utilizzando WhatsApp in modo più subdolo. 

Il phishing è un tipo di truffa online in cui il malintenzionato, solitamente fingendosi un “ente affidabile”, cerca di convincerti a “cliccare su questo link” e magari poco dopo ad inserire i tuoi dati sensibili (come dati personali, finanziari, codici d’accesso, ecc.).

L’unica arma che abbiamo a disposizione contro il phishing è la nostra consapevolezza e un minimo di spirito critico.

Quindi, proprio come faresti in tutte le altre piattaforme social, diffida sempre da questo genere di messaggi.

5 – Disconnetti sempre il tuo WhatsApp Web

Se utilizzi WhatsApp Web, è sempre meglio assicurarti di esserti disconnesso correttamente prima di lasciare il computer.

L’ultima cosa di cui hai bisogno è che qualcuno si avvicini al tuo computer e visualizzi tutte le conversazioni tra i tuoi contatti.

Oppure puoi rischiare che il tuo account venga “accoppiato” con un dispositivo indesiderato che avrà traccia di ogni tua conversazione.

6 – Controlla gli accessi ai dispositivi collegati

Siamo proprio sicuri che siamo gli unici a visualizzare il nostro account WhatsApp?

Per collegare un nuovo dispositivo al nostro account bastano davvero pochi secondi. Se il tuo smartphone è rimasto incustodito per qualche minuto, un malintenzionato può aver collegato il proprio WhatsApp Web (da mobile) per spiare (o meglio “stalkerare“) le tue conversazioni private su WhatsApp in ogni momento.

È una buona pratica di tanto in tanto, controllare il report dei dispositivi che si sono connessi al tuo account WhatsApp.

Puoi trovarlo su Menu > Dispositivi collegati

7 – Conosci i Malware e presta attenzione anche in altri social

Fai attenzione alle truffe in cui vieni contattato tramite altri social media che ti vogliono convincere che il tuo account è stato compromesso (Facebook, Instagram, ecc..).

Questi account spesso richiedono di cliccare su un link per “avere maggiori informazioni” o altre scuse simili.

Cliccandoci potresti trovarti a visitare una pagina Web piena di Malware.

I Malware sono software malevoli genericamente chiamati virus. Questi programmi installandosi nei nostri dispositivi possono avere accesso a molti nostri dati collegati o compromettere il funzionamento del nostro sistema operativo.

Diffida sempre da link sospetti di dubbia provenienza.

8 – Proteggi anche il tuo Smartphone

Anche questo consiglio può sembrare banale, ma può salvarti da spiacevoli inconvenienti e parecchi grattacapi futuri.

Oltre a WhatsApp stesso, assicurati che il tuo telefono o tablet sia bloccato in modo sicuro con un PIN di accesso, sequenza, sistema di riconoscimento facciale o delle impronte digitali.

In questo modo, se dovessi perdere il telefono, sarà bloccato contro chiunque tenti di accedere al tuo WhatsApp.

9 – Blocca la condivisione delle immagini con il tuo dispositivo

Puoi bloccare la visualizzazione di tutte le immagini e video che ricevi su WhatsApp non condividendoli sulla tua Galleria locale privata.

Così facendo se il tuo dispositivo verrà rubato, la scheda SD al suo interno non conterrà le foto scambiate tramite chat.

Gli utenti iOS possono guardare le proprie Impostazioni, quindi Privacy > Foto e deselezionare WhatsApp dall’elenco delle app consentite.

Gli utenti Android devono entrare in Impostazioni > Chat > e deselezionare l’opzione “Visibilità dei media”.

In alternativa è possibile creare un file chiamato “.nomedia” all’interno della cartella delle immagini di WhatsApp per impedire all’app di elencare le immagini.

10 – Disabilita il tracciamento GPS e l’ultimo Accesso

Se non vuoi che i contatti di WhatsApp vedano dove sei stato e a che ora eri attivo, devi disabilitare l’opzione “Ultimo accesso” e “Posizione in tempo reale” sulle impostazioni della Privacy.

Ciò impedisce agli altri utenti di “seguire” i tuoi movimenti.

Se viene aggiunto un contatto dannoso, non saprà mai dove sei o dove sei stato e nemmeno avrà traccia delle tue abitudini giornaliere.

Potrebbero interessarti questi contenuti...

Strategie di utlizzo di WhatsApp

Il Copywriting su WhatsApp

C’è un aspetto del Marketing Conversazionale di cui non si parla mai, ma che mi sta a cuore: il Copywriting applicato a WhatsApp. Si tratta,

Vai a Leggere
Riccardo Girardi
Riccardo Girardi

Seguimi sui miei canali social