Il Copywriting su WhatsApp

C’è un aspetto del Marketing Conversazionale di cui non si parla mai, ma che mi sta a cuore: il Copywriting applicato a WhatsApp.

Si tratta, evidentemente, di un tema molto nuovo, perciò è comprensibile che nessuno l’abbia ancora affrontato. Da esperto “verticale” della celebre App, voglio assicurarmi questo primato, perciò ho deciso di creare una piccola guida (la prima!) alla scrittura su WhatsApp.

A ciascuno il suo Copy

Una regola di base, quando si scrive, è tenere in considerazione lo strumento che si sta usando: per capirci, alcuni dei miei clienti, prima di conoscermi, copiavano il contenuto delle email e semplicemente le incollavano nelle varie chat…

Sbagliato! Il tempo medio di attenzione, per chi ha in mano uno smartphone, è molto ridotto: chi legge cerca sempre inconsciamente un motivo per interrompere la lettura, e scrivere un testo troppo lungo significa dare al “lettore pigro” una ragione per chiudere la chat.

Io dico: sfruttiamo la lezione che abbiamo imparato ai tempi degli sms, quando 160 caratteri ci obbligavano ad essere sintetici!

Il decalogo della scrittura di Marketing su WhatsApp

Ecco allora i miei umili Dieci Comandamenti 😂 per scrivere testi ad alto tasso di efficacia sull’app di messaggistica più diffusa in Italia:

Alcuni suggerimenti sono in realtà universali, ma a quanto pare su WhatsApp molti sembrano dimenticarsene. Nella chat del calcetto puoi permetterti un po’ di auto-indulgenza; quando si tratta del tuo Business, bando alle sciatterie!
 
  1. Se bisogna premere su “continua a leggere”, è troppo lungo! 

Nessun rimpianto per il limite di 160 caratteri dei vecchi messaggini, ma è buona norma essere concisi. Cerca di inserire tutte le informazioni essenziali e di rendere il testo gradevole da leggere, ma senza aggiunte superflue. Nel dubbio, accorcia.

  1. No ai “muri di testo”. Usa gli spazi e fai respirare il lettore 

Usare bene le spaziature rende il testo più chiaro e facile da leggere. Vai a capo quando è necessario e puoi lasciare anche una “linea di spazio” in più. Per lo stesso principio, se occorre puoi anche ricorrere agli elenchi “a pallini” o a quelli numerati.

  1. Il destinatario non ti conosce? Presentati nelle prime due righe 

Se non hai la certezza che il tuo contatto abbia il tuo numero salvato in rubrica, è meglio qualificarsi subito. Meglio ancora se nella riga successiva vieni subito al dunque e fai capire che il tuo non è un messaggio spam. Perché NON E’ un messaggio spam, VERO?

  1. Sì alle emoji, ma cerca di non dimostrare 8 anni

Negli ultimi anni la comunicazione – anche quella commerciale – è diventata più informale; le “faccine” sono entrate nell’uso comune sui Social e nelle chat. Non c’è nulla di male, anzi è perfettamente in linea con WhatsApp, seminare qualche emoticon per rendere il messaggio più confidenziale e amichevole. Naturalmente senza perdere di vista il buon senso.

  1. MAI scrivere tutto in maiuscolo

Forse non tutti sanno che nella comunicazione digitale scrivere in maiuscolo equivale a urlare. La cosiddetta netiquette (il galateo del web) raccomanda quindi di evitare frasi intere scritte in maiuscolo.

  1. Mantieni il tone of voice del tuo business, qualsiasi esso sia

Ogni attività dovrebbe avere uno stile comunicativo riconoscibile. Va da sé che anche questo dipende dal settore in cui si opera. In generale, che il tuo tono sia scanzonato o formale, cerca di rendere il tuo WhatsApp Marketing coerente con la tua comunicazione.

  1. Se alleghi una foto o un video, parlane nel testo

WhatsApp offre possibilità straordinarie dal punto di vista multimediale (ne parlo anche in questo articolo sugli allegati): puoi allegare link, foto, video e altro. Tuttavia qualche utente potrebbe essere sospettoso rispetto a contenuti sconosciuti, specialmente se non ha confidenza con il tuo Brand. Se gli proponi qualcosa di interessante per lui, spiegagli con chiarezza di cosa si tratta.

  1. Occhio all’ortografia!

Sei un purista dell’italiano? Oppure pensi che su WhatsApp nessuno faccia caso alla grammatica? Il mio consiglio è di prestare la massima attenzione a come scrivi: maiuscole, punteggiatura, congiuntivi… se non ti senti stra-sicuro è il momento giusto per rispolverare il tuo vecchio libro delle medie!

      9. Decidi chi parla: tu? il Brand? la tua segretaria?

Per creare una vera relazione, è opportuno che su WhatsApp la comunicazione sia coerente. Puoi parlare tu in quanto titolare o scegliere di farlo “a nome” del Brand: in questo caso sarai più “istituzionale” ma perderai qualcosa in termini di intimità. Anche associare le chat a una persona specifica, per esempio la segretaria, può essere un’opzione valida. L’importante è che i tuoi contatti “sentano” di comunicare sempre con lo stesso soggetto.

    10. Inserisci sempre (o quasi) una Call To Action

Alla fine siamo qui per vendere e per proporci, giusto? questo significa che in ogni messaggio vada inserita una proposta commerciale? Prescriverei un sano equilibrio: si possono alternare contenuti di valore a offerte vere e proprie. A seconda del tuo settore e del tuo modello di Business occorre calibrare correttamente la comunicazione: una strategia commerciale troppo spinta può infastidire l’utente. D’altra parte se si semina è anche giusto procedere al raccolto: se darai valore con continuità, le tue proposte saranno recepite con un atteggiamento favorevole.

L’efficacia di un Copy confidenziale, diretto e pensato per una lettura veloce

Ci sarebbero svariati altri trucchetti, buone norme e piccoli accorgimenti che possono rendere un testo più gradevole, ma non posso svelarti proprio tutti i miei segreti… 😉

Considera che i suggerimenti che ti ho offerto sono basati su un’esperienza profonda, diretta e multisettoriale del WhatsApp Marketing: sono quindi piuttosto sicuro che se li metterai in pratica, avrai già fatto un bel salto in avanti nella tua comunicazione.

Prova ad applicare il mio Decalogo, e quando scrivi il tuo prossimo messaggio su WhatsApp… pensa a me ricordando il tuo vecchio prof di italiano! 🧐 😅. 

Vuoi capire come il WhatsApp Marketing può aiutarti nel tuo Business? Scoprilo attraverso una consulenza gratuita con un esperto WhatsAdvanced. 👇

Potrebbero interessarti questi contenuti...

Riccardo Girardi
Riccardo Girardi

Seguimi sui miei canali social