7 regole d’oro per inviare i tuoi WhatsApp di auguri risultando graditi ed efficaci

Se in occasione delle festività mandi messaggi tipo “TANTI AUGURI A TE E FAMIGLIA…”, ti invito caldamente a guardare questo video. 👇🏼

Le persone in questo periodo dell’anno stanno ricevendo una marea di messaggi e per essere ascoltati serve che scriviamo in modo appropriato qualcosa di davvero speciale per loro.

Qui di seguito troverai le 7 regole d’oro da seguire per mandare dei WhatsApp fatti bene ai tuoi clienti in occasione delle festività.

1 – Saluta e qualificati

Per prima cosa ricordiamoci di dire chi siamo: “Ciao, sono Riccardo Girardi WhatsAdvanced” 

Può succedere che non tutti abbiano già salvato il nostro numero aziendale in rubrica.

Per NON correre il rischio di essere bannati, diamo subito ai nostri clienti il senso di chi siamo in modo tale che si sentano raggiunti da qualcuno che già conoscono.

2- Invii multipli: sì, ma come?

  • Messaggio ono-to-one (uno alla volta, manualmente)

Quando abbiamo deciso il messaggio perfetto da inviare ai nostri clienti, procediamo con il “Copia e Incolla” manuale, passando la nostra lista un nominativo alla volta.

Resistiamo alla tentazione di “inoltrare” il messaggio! 
Nessuno vuole ricevere un messaggio che è stato “usato” con qualcun altro.

Con questo approccio abbiamo la sicurezza che tutti i nostri messaggi saranno consegnati -100% di delivery- e in più potremo personalizzare il messaggio chiamando per nome ogni nostro cliente, in modo da rendere il tutto molto più coinvolgente.

  • Liste broadcast

Se gestiamo un numero di invii molto più ampio, diventa impensabile farlo in modo manuale.

Le liste broadcast sono uno strumento interno a WhatsApp che funziona molto bene nell’invio multiplo simultaneo dei messaggi e ci dà la possibilità di segmentare il nostro pubblico per criteri da noi preimpostati in precedenza.

Se da una parte velocizza l’invio simultaneo dei messaggi a molte persone, dall’altro ci rende impossibile personalizzare il nostro messaggio di auguri.

Inoltre, non ci dà una certezza di consegna al 100% dei destinatari (chi non ha salvato il nostro numero nella sua rubrica non riceverà questi messaggi)

  • Software di automazione

Mandare tanti messaggi a più persone da un software di automazione ci semplifica di molto la vita. In questo caso possiamo fare un invio multiplo di messaggi nominativi e con tasso di consegna garantito al 100%.

Quello che cambia è che questa opzione è a pagamento e ha bisogno di una configurazione con un software di terze parti.

3 – Rivolgiti dando del “tu”

Anche se nella nostra testa stiamo mandando molti messaggi a molte persone, in realtà ogni messaggio che mandiamo è one-to-one.

Ricordiamoci che chi leggerà il nostro messaggio dal suo smartphone sarà UNA sola e UNICA persona alla volta.

Quindi mai scrivere “VI auguriamo di trascorrere un meraviglioso nuovo anno…”

4 – Personalizza

Oltre al nome, possiamo personalizzare il nostro messaggio anche in base agli interessi dei nostri clienti.

Se offriamo dei servizi diversi a tipologie di clientela diverse, è una buona cosa dividere i nostri clienti in delle liste e pensare a dei messaggi diversi per ogni lista.

All’interno del messaggio di auguri faremo riferimento al prodotto o servizio che offriamo loro in modo da dare al nostro cliente la percezione che lo conosciamo bene e siamo attenti alle sue specifiche preferenze.

5 – Scrivi col cuore

Cerchiamo di empatizzare con i nostri clienti e troviamo le parole giuste per far sentire i nostri messaggi ancora più caldi e coinvolgenti.

Portiamo l’attenzione sull’esperienza che il cliente ha avuto nell’arco degli ultimi mesi con noi, cerchiamo di farlo sorridere, di farlo sentire incluso all’interno di un messaggio che ha un cuore che pulsa, che non è una semplice frase fatta, scritta con il “copia e incolla”.

A tal proposito metterci la faccia è sempre una bella cosa.

Se ci sentiamo a nostro agio nel farlo, possiamo girare un video in cui siamo noi, imprenditori, davanti alla telecamera, che parliamo al nostro cliente guardandolo negli occhi.

Un’idea nuova, di grande effetto e che ci differenzia da chiunque!

6 – Non vendere (per stavolta)

In questi giorni di festa, DAI e NON CHIEDERE.

Questo NON è il momento di spingere sulle nostre offerte commerciali o sulle nostre promozioni.

Evita con attenzione: “Buon Natale e felice Anno Nuovo, clicca qui per la nostra promo natalizia😱”

7 – Invii “intelligenti”

Scegliamo bene quando mandare il nostro messaggio di auguri.

I nostri clienti sono bombardati dai messaggi in questi giorni di festa.

Il mio suggerimento è di programmare l’invio a cavallo tra le festività (27, 28, 29 dicembre) in modo da non entrare nella lista dei mille messaggi ricevuti a Natale, ma di avere maggiore probabilità di essere letti e presi in considerazione dai nostri clienti.

Dopo aver letto queste 7 regole, avrai capito che non è il messaggio di auguri che mandiamo a Natale a fare la differenza sul nostro fatturato.

La vera differenza può farla soltanto il rapporto di fiducia e intimità che riusciamo ad instaurare con i nostri clienti.

Ricordiamoci che chi ci legge da dietro lo schermo di quegli smartphone, sono persone con caratteri tutti diversi e speciali, che ci hanno scelto come professionisti per aiutarli a risolvere i loro problemi.

Specialmente in questo periodo, ringraziamoli come si deve, con il nostro tempo e le giuste parole.

Potrebbero interessarti questi contenuti...

Strategie di utlizzo di WhatsApp

Il Copywriting su WhatsApp

C’è un aspetto del Marketing Conversazionale di cui non si parla mai, ma che mi sta a cuore: il Copywriting applicato a WhatsApp. Si tratta,

Vai a Leggere
Riccardo Girardi
Riccardo Girardi

Seguimi sui miei canali social